Come sarebbe una politica estera turca post-Erdoğan? – War on the Rocks

“In un mondo sempre più multipolare, il governo del Partito per la giustizia e lo sviluppo (AKP) ha migliorato le sue relazioni con paesi come Russia, Iran e Cina. E, quando i suoi interessi si sono discostati da quelli dei suoi alleati della NATO e dell’UE, la Turchia ha intrapreso iniziative diplomatiche e militari unilaterali come l’adesione al meccanismo di Astana insieme a Russia e Iran o la propria esplorazione energetica nelle acque contese del Mediterraneo orientale.

Per i politici turchi, la gestione da parte di Washington della guerra civile siriana ha esemplificato il passaggio a un mondo più multipolare. L’incapacità del presidente Barack Obama di aderire alla linea rossa delle armi chimiche in Siria è stata una grande delusione per la Turchia. Significativamente, Ankara ha avviato negoziati con una società di difesa cinese per un sistema missilistico FD-2000 sulla scia della decisione di Obama del 2013, mentre Erdoğan ha anche ribadito il suo desiderio di entrare a far parte dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai”

https://warontherocks.com/2021/12/what-would-a-post-erdogan-turkish-foreign-policy-look-like/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...